Comunicazione e spogliatoio

Dolce & Gabbana lanciano una collezione di intimo con una campagna pubblicitaria realizzata negli spogliatoi delle palestre.
Gianluca Bauzano ha posto a Claudio Risé, per
Magazine de Il Corriere della Sera del 16 marzo 2006, una serie di domande sulla “comunicazione da spogliatoio”. Ecco le risposte:

Spogliatoio e narcisismo maschile
«Come luogo lo spogliatoio della palestra è da sempre un luogo di incontro e comunicazione tra i maschi. Sin dall’antichità greca. Ma come luogo di incontro è strettamente collegato all’esercizio fisico, all’allenamento sportivo. E’ il luogo dove necessariamente i maschi si cambiano d’abito prima e dopo l’esercizio fisico. Non è quindi solo un palcoscenico per il narcisismo maschile. Anche perché l’attività sportiva del maschio è più strettamente correlata al benessere del corpo, che al soddisfacimento del suo lato narcisistico. Certo, nel ritrovarsi nello spogliatoio i maschi chiacchierano, si divertono. Da non sottovalutare inoltre che come luogo di aggregazione maschile è meglio lo spogliatoio, appunto collegato all’esercizio fisico, che l’osteria degli anni ’50 dove si beveva facendosi scoppiare il fegato».

Corpo/attività fisica/narcisismo
«Il maschio oggi più che allenarsi per superare delle prove, fa sport per attrezzare il proprio corpo per affrontare gli stress della quotidianità e dell’attività lavorativa nelle metropoli. E’ questo aspetto quello che prevale, più che il lato narcisistico da soddisfare. Semplicemente: se un maschio fa dello sport sta meglio. Allena il suo corpo per essere in forma, per ottenere un miglior equilibrio, scaricare la propria aggressività».

Narcisismo maschile
«Viene enfatizzato dai media, che sottovalutano però le necessità del maschio che vive in città di fare sport ed esercizio fisico per scaricare le tensioni. I messaggi dati dalla moda non sono poi tanto lo specchio di fenomeni di costume o di caratteristiche culturali di un determinato momento storico, quanto funzionali alla vendita di prodotti.
Nel caso della palestra e dello sport non è il narcisismo che vi spinge gli uomini, ma la ricerca di benessere. Certo, gli uomini nei quali è più forte l’insicurezza nei confronti della propria identità, diventano più dipendenti dall’immagine. E allora quella che viene proposta dalla moda attraverso i media diventa una provvisoria risposta alle loro insicurezze. Chi, al contrario, ha una personalità più forte e sicura è meno influenzato.
Pur restando però attento ai messaggi di media, moda e pubblicità perché vive in quello stesso contesto culturale. Scegliere di seguire un certo tipo di modello piuttosto che un altro rappresenta in questa seconda ipotesi la partecipazione ad una proposta di immagine collettiva, vissuta però liberamente, come gioco in cui si entra e si esce quando si vuole.
L’uomo sicuro, proprio perché lo è, utilizza questi messaggi per ottenere il proprio piacere, per esempio avere più successo nelle sue relazioni. Ne tiene conto come opportunità, ma non ne viene condizionato».

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: