I nuovi laici

Claudio Risé, da “Liberal”, n. 35, maggio-giugno 2006, www.liberalfondazione.it

Chi sono, e a che cosa servono, i “nuovi laici”? Luca Pesenti, sociologo e docente all’Università Cattolica di Milano, prova, tra l’altro, a rispondere a queste domande con un’antologia d’interventi di autori diversi, corredata da una sua introduzione. (La ragione e il desiderio, 2006). Per Pesenti i “nuovi laici” propongono un’idea di laicità diversa da quella “radicale”, sviluppatasi in Francia e in Europa dopo la Rivoluzione del 1789. Questa nuova laicità è aperta all’incontro con le diverse religioni, nel mondo che si globalizza, anche perché «ritiene utile e necessario… fondare le democrazie su qualcosa che preceda la politica e la legge». Una laicità, insomma, consapevole dei propri limiti, e di quelli di un’idea di Stato che ha cercato, in Europa, di sostituire alla religione se stesso, e le proprie procedure politiche e burocratiche. Senza naturalmente riuscirvi, perché la religione risponde alla ricerca specificatamente umana della verità, che è diversa dalla produzione di norme “neutrali” dello Stato “radicalmente” laico.
Lo sviluppo della presenza dei nuovi laici testimonia, tra l’altro, di un fenomeno che la psicoterapia incontra continuamente nel proprio lavoro. Si tratta di tutte quelle forme di disagio psicologico che derivano appunto dalla sensazione del soggetto umano di essere stato chiuso in un universo reificato e reificante, di cose, ma anche comportamenti e norme che riducono a cosa l’essere umano. Il quale, ostacolato dal processo di secolarizzazione nel ricercare e incontrare l’Altro, in quanto Essere divino, fatica sempre di più anche ad incontrare l’altro essere umano, scivolando nelle forme di chiusura narcisistica, e/o ossessiva, così diffuse nella contemporaneità.
E’ proprio il bisogno di uscire dall’universo, umanamente e simbolicamente soffocante e ridotto, della secolarizzazione a produrre quella che appare, nelle riflessioni di Joseph Ratzinger, ma anche in ricerche socio-antropologiche di cui Pesenti dà conto, come l’odierna società post secolare che cerca nuove vie d’uscita per il soggetto umano complessivo (e, noto io, per la sua psiche intera, non ridotta ai rapporti con le cose).
I “nuovi laici” intendono cogliere ciò che «di buono e necessario viene da questo ritorno di Dio nelle società contemporanee, e quindi liberarsi dalle “catene ideologiche” di chi guarda al ritorno della religione come all’origine di quelle forme d’intolleranza che scuotono l’epoca dello scontro tra civiltà».
Si tratta di una posizione assunta da credenti (cattolici ed ebrei soprattutto), e non credenti, accomunati dal bisogno razionale di prendere atto di questa realtà e di darle un senso. Il tratto che sembra accomunare questo composito drappello di giornalisti (Agnoli, Amicone, Battista, Corradi, Farina, Ferrara, Roccella, Tiliacos), docenti di scienze umane (Colombo, Filkenkraut, Galli della Loggia, Israel, Orsina, Pera, Possenti, Scaraffia), e cattolici fortemente impegnati nella comunità (Cesana, Vittadini), è quello della consapevolezza dell’incapacità delle ideologie di rendere conto dell’attuale realtà tardo-moderna e post secolare.
Alle interpretazioni di ieri, astratte e intellettuali, occorre opporre l’attenta osservazione della realtà antropologica, storica e sociale, fornita da scienze umane sciolte dalle relative ipoteche ideologiche, e da un giornalismo ideologicamente disincantato, ma rispettoso del bisogno umano di re/incantamento.
La ragione e il desiderio. La battaglia culturale dei nuovi laici. A cura di Luca Pesenti, Marietti 1820, Genova-Milano, 2006.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: