Sessualità a rischio nella coppia

Claudio Risé, da “Il Mattino di Napoli” del lunedì, 22 febbraio 2010, www.ilmattino.it

L’amore nella coppia è in difficoltà. Secondo una società inglese specializzata in sondaggi comportamentali il 27 per cento degli uomini a letto ricorre a scuse diverse per evitare l’incontro sessuale proposto più o meno esplicitamente dalla compagna. La percentuale delle “astensioni con menzogna” scende invece tra le donne al 18 per cento. Abbastanza per mettere in forse l’immagine dei maschi come ossessionati dal sesso, e delle donne come perennemente in fuga. Ma non è tutto qui.
La situazione delle coppie conviventi, a quanto risulta in psicoterapia, è peggiore, perché moltissime donne non hanno neppure l’opportunità di mostrare i propri desideri. Il compagno, infatti, le prende (per così dire) per sonno, piazzandosi davanti alla TV (dove a volte si addormenta) e affacciandosi poi alla camera da letto solo quando lei sta già dormendo. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Carnevale, o movida. Come divertirsi meglio

Claudio Risé, da “Il Mattino di Napoli” del lunedì, 15 febbraio 2010, www.ilmattino.it

Meglio un lungo carnevale, anche sfrenato, o una “movida” che continua ambigua e inquietante tutto l’anno, svegliando (e progressivamente svuotando) interi quartieri delle città, spingendo i consumi di stupefacenti per sostenerne i ritmi, rovesciando infine i suoi stremati protagonisti nei presidi psichiatrici o negli studi di psicoterapia? Questi giorni di Carnevale sono forse il momento giusto per chiedercelo. Tanto più che la “movida” come stile di divertimento sembra in crisi.
Del resto anche la Spagna, dove è nato questo modo di divertirsi, è in difficoltà. Forse l’eccitazione no-stop della movida, comprensibile come reazione alla lunga quaresima del governo di Franco, non può, appunto, continuare sempre. Leggi il resto dell’articolo

I ragazzi violenti e i genitori condannati

Claudio Risé, da “Il Mattino di Napoli” del lunedì, 8 febbraio 2010, www.ilmattino.it

Punire i genitori per ammonire i ragazzini violenti. È questa la strategia di diversi Tribunali civili, di fronte alle richieste di risarcimento provenienti dai molti danneggiati da minorenni fuori controllo.
Qualche giorno fa, ad esempio, il Tribunale di Milano ha condannato i genitori di cinque adolescenti che avevano ripetutamente abusato di una compagna più piccola a versarle quasi 450mila euro di risarcimento. La sentenza è stata lodata. Ma i genitori sono davvero i colpevoli?
Al centro della sentenza milanese c’è, sembra, il fatto che questi genitori non abbiano fornito ai loro figli un’adeguata educazione ai sentimenti. È importante: l’educazione sentimentale è centrale nello sviluppo e formazione della personalità. Se non le si insegna a riconoscere e rispettare i sentimenti, propri e degli altri, la personalità diventa sorda, spesso violenta. E la coscienza non riesce a dirigere in modo equilibrato il mondo emotivo ed affettivo. Leggi il resto dell’articolo

Nuove trasgressioni, vecchie schiavitù

Claudio Risé, da “Il Mattino di Napoli” del lunedì, 1 febbraio 2010, www.ilmattino.it

Le sentenze della Corte di Cassazione italiana sono spesso ritenute strane, fuori del tempo, oppure troppo avveniriste. Una fra le più recenti però, la condanna per estorsione di un uomo che minacciava di rivelare alla madre dell’amante la loro relazione segreta, potrebbe frenare il crescente tentativo di coartare la libertà personale, rendendo pubblici rapporti clandestini. Un fenomeno in crescita, che sta mettendo a dura prova l’equilibrio di molte persone e molti nuclei familiari.
Le vittime appartengono ad ogni categoria: mogli e mariti infedeli, figli e figlie trasgressive, dipendenti minacciati di smascheramento di fronte agli imprenditori, e capi d’impresa la cui reputazione vacillerebbe dopo le rivelazioni. Leggi il resto dell’articolo