Lettera Carron / Risé: la lotta tra la luce della grazia e l’oscurità della pesantezza

(Di Claudio Risé, da “Il Sussidiario”, 16 maggio 2012, www.ilsussidiario.net)

Don Julian Carron, con la sua lettera a Repubblica, ha ripetuto, e quindi proposto a chi la leggeva, il gesto introduttivo alla meditazione cristiana e al Mistero della Messa: Signore pietà.
Atto sorprendente in un’epoca e un costume in cui l’esibizione di forza e irreprensibilità ( come di tutto ciò che cattura lo sguardo altrui: bellezza, sfrenatezza, successo), è esercizio e quasi dovere quotidiano, all’interno di quel culto dell’immagine ansiosamente praticato dai più (e, per quel che ho capito, presente anche tra le accuse mosse nella campagna politica contro il Presidente della Lombardia, Roberto Formigoni e Comunione e Liberazione).

[continua a leggere su ilsussidiario.net]

Annunci

2 Responses to Lettera Carron / Risé: la lotta tra la luce della grazia e l’oscurità della pesantezza

  1. eglepiediscalzi says:

    Con il cuore sospeso a un soffio leggero
    viviamo incarnati in un mare di istinti.
    egle

  2. Carmelo says:

    Grazie prof. Risè per questo articolo. Per averci ricordato l’esperienza imprescindibile della caduta e del limite come centrali nello sviluppo dell’essere umano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: